Guida al risparmio energetico in ufficio

L’energia elettrica è prodotta in gran parte con combustibili fossili, gas, petrolio, carbone, che emettono nell’aria inquinanti e gas a effetto serra. Ridurre il consumo di energia significa ridurre la produzione di inquinanti.

Ciascuno di noi può contribuire a ridurre gli effetti negativi dello sfruttamento delle risorse del nostro pianeta sui cambiamenti climatici. Per questo l’Università per Stranieri di Perugia, particolarmente sensibile ai temi del risparmio energetico e della sostenibilità ambientale, ha deciso di pubblicare queste semplici linee guida che ciascuno può facilmente seguire.

Utilizzo del computer

pc

  1. impostare la funzione stand-by per regolare il tempo di spegnimento del monitor e la disattivazione dei dischi rigidi in caso di non utilizzo del computer
    (su Windows: start – impostazioni – pannello di controllo – prestazioni e manutenzione – opzioni risparmio energia)
  2. spegnere il PC al termine della giornata lavorativa e quando non lo si utilizza per un lungo periodo di tempo
    (se possibile staccare la presa di alimentazione del PC che assorbe energia elettrica anche da spento)

Utilizzo della stampante

stampante

  1. accendere la stampante solo quando serve 
  2. spegnere la stampante alla fine dell’orario di lavoro
  3. utilizzare l’opzione fronte/retro
  4. utilizzare la modalità di stampa a bassa risoluzione
    (start – stampanti e fax – cliccare con il tasto dx del mouse sull’icona della stampante – proprietà – preferenze di stampa- qualità di stampa – bozza)
  5. stampare tutti i documenti in un’unica sessione
    (per evitare che la stampante debba ogni volta raggiungere la temperatura adeguata per la stampa)
  6. usare l’“anteprima di stampa” prima di stampare un documento
    (per vedere se l’impaginazione e l’effetto visivo è quello auspicato)

Utilizzo della fotocopiatrice

fotocopiatrice

  1. spegnere la fotocopiatrice e sconnetterla dalla rete alla fine dell’orario lavorativo
  2. fotocopiare fronte/retro
  3. rivolgersi al “Servizio Centro Stampa” che permette di stampare e fotocopiare fronte-retro

Utilizzo di climatizzazione e riscaldamento

  1. mantenere il riscaldamento a 18-20°C
  2. mantenere le porte chiuse
    (per evitare che il calore si disperda negli ambienti circostanti)
  3. spegnere il termosifone (ruotando verso destra la manopola situata in basso) se fa troppo caldo, invece di aprire le finestre
  4. chiudere sempre le porte che danno all’esterno
  5. impostare il climatizzatore in maniera da mantenere la temperatura non più di 7° inferiore a quella esterna
    (differenze di temperature eccessive possono favorire l’insorgenza di dolori muscolo-scheletrici o reumatici e sintomi da raffreddamento)
  6. indirizzare il flusso d’aria del climatizzatore verso l’alto
    (così l’aria fresca si miscela con l’aria calda che tende a stazionare nella parte alta del locale. Non orientare il flusso d’aria sul corpo!)
  7. accendere il riscaldamento o il condizionatore solo se si è in ufficio e spegnerli se si aprono le finestre per il ricambio d’aria
  8. spegnere il climatizzatore o il ventilconvettore alla fine della giornata lavorativa
  9. chiudere parzialmente persiane o tapparelle nei momenti in cui il sole scalda maggiormente

Utilizzo dell’illuminazione

  1. privilegiare la luce solare a quella artificiale
  2. spegnere le luci dell’ufficio/studio a fine giornata lavorativa
  3. spegnere le luci delle stanze vuote o inutilizzate per molto tempo
  4. spegnere – se possibile – le lampade a piantana che assorbono circa 400-500 W e surriscaldano l’ambiente