TED – Tutor per l’energia domestica

La figura professionale dei Ted (tutor per l’energia domestica) è stata introdotta all’interno del progetto europeo Assist2gether, finanziato nell’ambito del programma Horizon 2020.

Da oggi entra in gioco una nuova figura professionale a supporto dei consumatori in povertà energetica. Parliamo del “Ted“, tutor per l’energia domestica, introdotto all’interno del progetto europeo Assist2gether, promosso con i fondi Horizon 2020.

Dopo la fase di formazione, i primi 100 Tutor per l’Energia Domestica (TED) sono da oggi, 20 maggio, operativi.

A inaugurare l’inizio della loro attività un convengo organizzato presso la sede di Acquirente Unico, cui hanno partecipato anche i partner italiani del progetto (Aisfor e RSE).

Durante l’evento – racconta una nota stampa di AU – sono state discusse e approfondite le diverse tipologie di azione da attuare sui territori, affinandone le modalità e allinenadosi sull’uso degli strumenti: in particolare la piattaforma che consente a tutti i TED di ricevere informazioni e materiali, ma anche di scambiare esperienze e condividere best practices.

La nuova figura professionale darà supporto ai consumatori in povertà energetica, sia a domicilio che tramite helpdesk, educandoli a comportamenti di consumo consapevoli ed efficienti. Sono inoltre previsti l’assistenza per l’ottenimento del bonus sociale energia e un sostegno specifico agli inquilini in edilizia sociale.

In un contesto complesso come quello dell’energia elettrica – prosegue la nota – questa nuova figura professionale sarà un importante punto di riferimento per il consumatore: lo informa, lo guida e fornisce una vera e propria assistenza, anche in modo personalizzato, utile per gestire meglio i propri consumi e quindi con possibili riduzioni dei costi delle proprie bollette.

Chi sono i Ted

I TED hanno professionalità acquisite lavorando presso contesti diversi: sono, infatti, operatori delle associazioni dei consumatori, di enti del settore sociale ed enti locali, di scuole, della grande distribuzione e del settore energetico. Ciò gli permette di entrare in contatto più facilmente e in maniera diretta con i consumatori che necessitano assistenza, modulando l’intervento di assistenza e formazione in base alle diverse caratteristiche ed esigenze di queste tipologie di consumatori.

fonte : qualenergia.it